Michelin lancia gli pneumatici ecosostenibili, duraturi e a basso impatto

pneumatici-michelin

Condividi se l'articolo ti è piaciuto!

Si chiama e.Primacy e, stando alle parole di Michelin, è un prodotto destinato a cambiare lo scenario degli pneumatici auto: non soltanto possiede infatti caratteristiche tecniche e prestazionali di grande rilievo, ma è anche pensato per ridurre l’impatto ambientale, tanto da essere stato definito “eco-responsabile”.

Si amplia la famiglia di pneumatici Michelin

Questo “gioiello” è stato presentato in live streaming nei giorni scorsi dalla sede centrale della compagnia francese, nella cittadina di Clermont-Ferrand, e l’attenzione dei media si è subito concentrata sulle caratteristiche del nuovo modello di gomma griffata dal marchio di Bibendum.

Partiamo però dalle informazioni utili: stando a quanto comunicato dalla società, i nuovi pneumatici Michelin e.Primacy saranno in commercio a partire dalla prossima primavera, inizialmente in 56 diverse dimensioni per cerchi da 15 a 20 pollici, così da equipaggiare i veicoli più diffusi sul mercato, da quelli elettrici alle auto classiche a combustione interna, benzina o diesel, city car, berline e SUV compatti.

Le modalità di acquisto saranno le classiche già attualmente disponibili per i modelli della gamma francese, e quindi anche questa gomma “speciale” potrà essere trovata presso rivenditori fisici e online, motivo per cui è utile tener d’occhio le pagine del sito Euroimport Pneumatici dedicate agli pneumatici Michelin per non perdere neppure un aggiornamento.

Come sono le nuove gomme Michelin a basso impatto

Sono numerosi i pregi di questa gomma comunicati nel corso dell’evento streaming, a cominciare dal livello di resistenza al rotolamento più basso della sua categoria, che si traduce in un risparmio concreto per gli automobilisti. Ogni 100 chilometri percorsi con gli pneumatici Michelin e.Primacy, infatti, si consumano circa 0,21 litri di carburante in meno, che è stato calcolato in un risparmio di circa 80 euro lungo l’intera vita delle gomme.

Inoltre, l’uso di una quantità inferiore di carburante significa anche una riduzione diretta di emissioni di anidride carbonica nell’ambiente, che è stata stimata in 174 chili durante la vita di uno pneumatico e.Primacy, ovvero la stessa quota di emissioni di CO2 prodotte da un veicolo che viaggia per più di 1.600 chilometri.

L’attenzione delle Michelin e.Primacy all’ambiente

Grazie alle sue caratteristiche, Michelin e.Primacy è anche il primo pneumatico sul mercato che può vantare l’assegnazione della Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD); la multinazionale francese lo definisce anche il primo modello dichiarato “CO2 neutrale” al momento dell’acquisto.

Per raggiungere questo obiettivo, gli ingegneri hanno studiato varie soluzioni, arrivando a costruire una gomma con la presenza di tele più sottilirispetto agli altri modelli, che richiedono meno materie prime per la produzione ma offrono la stessa resistenza. Questo si traduce in una resistenza al rotolamento inferiore rispetto al design tradizionale, che aiuta a migliorare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni di CO2.

pneumaticiAnche le altre tecnologie utilizzate sono improntate alla filosofia della eco-sostenibilità, offrendo al contempo grandi vantaggi all’automobilista. Ne sono un esempio la mescola innovativa usata per i fianchi CoolRunning – che assorbono meno energia in curva e riducono il consumo di carburante – e le miscele digomma Energy Passive ed Energy AirShield, che limitano la perdita di energia durante il rotolamento.

Una gomma dalle grandi prestazioni

Da menzionare anche le altre novità di questo modello, come la tecnologia MaxTouch Construction, che ottimizza la traccia della gomma su strada e distribuisce le forze di trazione in modo uniforme, ottimizzando anche l’usura, e le scanalature a forma di U del battistrada, che assicurano alte prestazioni su strade bagnate.

E proprio le prestazioni di Michelin e.Primacyin aderenza sul bagnato sono valse alla gomma la classificazione B, mentre le ottime prestazioni in resistenza al rotolamento hanno portato addirittura a un’etichettatura A: si tratta di un risultato eccezionale, specialmente se si tiene conto che attualmente meno dell’1% dei modelli in commercio combinano simultaneamente queste due caratteristiche di rilievo, segno distintivo del primo pneumatico eco-responsabile di Michelin.

 

 

Condividi se l'articolo ti è piaciuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *