Costi manutenzione auto: in quali regioni costa meno

costo-manutenzione-auto

In Italia, al giorno d’oggi, possono essere tante le spese che influiscono sul nucleo familiare. Tra le tantissime avversità per il portafogli, i costi manutenzione auto sono tra le spese più frequenti per gli italiani, con una spesa annua piuttosto ingente e degna di nota.

Tra carburante, manutenzione ordinaria, l’assicurazione RCA, il bollo auto e il tagliando le spese tendono spesso ad accumularsi, pesando sul bilancio annuale di milioni di automobilisti in tutto il Paese.

La manutenzione (sia ordinaria che straordinaria) per fortuna non è uguale per tutti, ma varia sia da regione a regione che in base all’effettivo stato dell’auto in questione. Ciò che pesa maggiormente sulle finanze italiane, secondo uno studio, non è altro che il costo dei vari premi assicurativi, costosi e difficili da sopportare soprattutto nelle regioni del sud Italia.

Ma quindi quanto costa, in Italia, mantenere un’automobile e affrontare la giusta manutenzione?

Lo scopriamo insieme nelle prossimo righe!

Mantenere un’automobile: la spesa annua

Qual è la spesa annua che si affronta per il mantenimento di una macchina?

Secondo vari sondaggi, tra manutenzione e mantenimento generale, la spesa si aggira intorno ai 1500 euro annuali, di cui oltre il 50% sembra dipendere solo ed esclusivamente dall’acquisto del carburante. Più economiche invece sono le auto a GPL o le auto Metano, le quali comunque richiedono una manutenzione ordinaria e straordinaria.

Le altre spese che solitamente generano uscite ingenti riguardano soprattutto la manutenzione straordinaria e l’assicurazione RCA, che risulta molto costosa per chi vive nelle regioni meridionali. Questo è un dato da non sottovalutare, poiché in precise regioni la spesa annuale sale, e anche di molto.

In Campania, ad esempio, la spesa annuale per i costi di manutenzione di un auto raggiunge e supera i 2000 euro, mentre in Friuli Venezia Giulia la spesa scende a 1000 euro.

Questa differenza così grande di prezzo in base alla posizione geografica evidenzia come, l’Italia tutta, sia uno dei paesi in cui il mantenimento di un’auto costi davvero molto.

La spesa annua dunque è determinata principalmente dalla spesa dovuto alla sottoscrizione di una polizza assicurativa, ma tra le altre spese maggiori influisce sicuramente anche il carburante.

Il carburante, infatti, occupa circa il 52% della spesa annua per la manutenzione di un’auto, dove la differenza di costo non la fa tanto la regione di provenienza quanto l’effettivo utilizzo del veicolo interessato. Una vettura che percorre più chilometri di un’altra consuma maggiore carburante, e viceversa.

Seguendo questo ragionamento è stata stilata una lista regionale per consumo di benzina effettivo, ma si tratta di un sondaggio che può variare da nucleo a nucleo, il cui valore diventa strettamente soggettivo in alcuni casi.

Altra spesa ingente nei costi per mantenere un’auto è costituita da revisione e bollo auto. In questo caso, l’influenza di questi due interventi sulle spese annue sono solitamente irrisorie (circa l’11%), ma anche qui la provenienza geografica gioca un brutto scherzo. Di nuovo in Campania, infatti, bollo e revisione costano più che in altre regioni della nostra penisola.

Costo medio annuo diviso per regione d’Italia

Regione Costo medio manutenzione annuale
Friuli Venezia Giulia 1.117 euro
Lombardia 1.260 euro
Emilia Romagna 1.314 euro
Sardegna 1.346 euro
Marche 1.353 euro
Valle d’Aosta 1.356 euro
Basilicata 1.371 euro
Lazio 1.386 euro
Piemonte 1.445 euro
Sicilia 1.459 euro
Liguria 1.474 euro
Abruzzo 1.487 euro
Puglia 1.530 euro
Toscana 1.564 euro
Trentino 1.580 euro
Calabria 1.610 euro
Veneto 1.723 euro
Molise 1.876 euro
Umbria 1.893 euro
Campania 2.156 euro

Come ridurre i costi di manutenzione dell’auto

E se ci fosse un metodo per abbassare la spesa annua? Ovviamente non stiamo parlando di un metodo magico per annientare i costi, ma di qualche semplice accorgimento per eliminare alcune spese che potrebbero risultare superflue.

La prima cosa da fare è tenere traccia delle spese mensili sostenute ed effettuare la somma al termine di ogni anno. In questo modo potrai renderti conto dell’effettiva spesa e potrai capire dove e se è possibile tagliare i costi. Esistono delle app che possono aiutarti in questo. Altrimenti carta e penna ed il gioco è fatto.

Effettuare qualche minima manutenzione da soli: controllare e sistemare piccole cose della propria auto da soli influisce molto sulle spese annuali per la manutenzione. Controllate spesso l’olio e le candele, cambiate il filtro dell’aria, le lampadine e altre cose alla vostra portata, in base anche alle vostre capacità.

Trovare un meccanico che vi faccia pagare solo la manodopera può essere una soluzione alle spese eccessive e a costi esagerati.

Acquistare i pezzi per i ricambi attraverso rivendite e aste online, oppure ancora acquistare pezzi di ricambio non originali o di seconda mano presso uno sfascia carrozze. In questo modo risparmierai sui costi di gestioni di meccanici e attività similari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *