Casa calda, come scegliere radiatori e termosifoni

termosifone

Condividi se l'articolo ti è piaciuto!

Non solo un apparecchio per riscaldare la casa e per consentirci di avere il giusto tepore interno anche in inverno, ma sempre più elemento di arredo, da scegliere con cura e abbinare allo stile del decoro domestico. Ecco come si stanno evolvendo radiatori e termosifoni, anche sulla spinta dei cambiamenti tecnologici e delle innovazioni di mercato.

Ricercare i giusti radiatori

Funzionale, pratico, ma anche bello e non troppo esigente in termini di consumi: le richieste che gli utenti fanno ai termosifoni da installare in casa sono decisamente tante, ma il mercato è in grado di assecondare anche le esigenze più elevate. Per scegliere i nuovi caloriferi per il riscaldamento domestico è consigliabile quindi rivolgersi a chi può offrire un ampio ventaglio di proposte e, in questo senso, l’apposita sezione sul sito www.iperceramica.it è sicuramente uno dei punti di riferimento per la vastità della scelta, con tanti modelli di radiatori per ottenere il giusto clima in casa.

Come installare i termosifoni: gli aspetti da valutare

Sono vari gli elementi da prendere in considerazione al momento dell’installazione di un nuovo apparecchio in casa, a partire dalle dimensioni delle singole stanze e dal punto stesso di posizionamento, perché questi aspetti determinano anche le misure più adatte del radiatore.

termosifone

Nello specifico, ci sono almeno sei fattori che dobbiamo conoscere e analizzare per riuscire a scegliere il modello migliore per la nostra casa, e ovvero:

  • tipo di riscaldamento
  • tipologia di ambiente
  • dimensioni della stanza
  • dimensioni dei termosifoni
  • potenza termica
  • materiale

come ora vedremo più in dettaglio.

I suggerimenti per la posa dei radiatori

Il riscaldamento in genere può essere di due tipi: il monotubo collega in sequenza i termosifoni e, in pratica, l’acqua viene inserita solo nell’ultimo. Nel bitubo, invece, i vari radiatori sono indipendenti e quindi sono azionabili singolarmente, così che la chiusura di uno non influisca sul funzionamento degli altri.

Le dimensioni e la tipologia della stanza sono molto importanti nella determinazione del radiatore giusto: il volume della camera può richiedere un apparecchio di potenza maggiore o far propendere per un modello più ridotto, ma ogni ambiente di casa è differente per caratteristiche e abitudini di utilizzo e gli stessi tempi di permanenza sono diversi.

Giusto per semplificare, una cucina – dove sono presenti vari elettrodomestici, i fornelli e il forno – ha solitamente una temperatura superiore della stanza da letto o del soggiorno, che quindi necessitano di una cura speciale per assicurare il giusto tepore agli “abitanti”.

Cosa sapere prima di installare un radiatore

Veniamo ora agli aspetti più tecnici e specifici dell’apparecchio, ovvero le sue dimensioni e la potenza di riscaldamento.

Oggi il commercio propone tanti tipi di caloriferi, che possono avere anche grandezze ridotte per adeguarsi agli ambienti più piccoli, e in generale la dimensione del radiatore comprende lo spazio superiore, anteriore e laterale rispetto ai suoi attacchi.

La potenza termica è invece la capacità che ha lo strumento di riscaldare: in media, si ritiene che la potenza necessaria per scaldare una camera sia vicino alle 30 kcal per metro cubo, e quindi conoscere il volume dell’ambiente di posizionamento è fondamentale per capire che tipo di calorifero installare e con quanti elementi. Di massima, per una stanza di medie dimensioni e senza dispersione termica possono risultare sufficienti 5 elementi, ma meglio aggiungerne uno se l’ambiente non è ben coibentato.

La scelta di materiale e colore

C’è poi un’altra valutazione di base, ovvero la tipologia di materiale del termosifone: i radiatori in acciaio hanno la caratteristica di riscaldarsi più lentamente, ma trattengono per più tempo il calore; al contrario, i modelli in alluminio si riscaldano molto più in fretta, ma si raffreddano anche più velocemente.

È invece più personale l’ultima decisione, quella relativa alle caratteristiche estetiche del modello di radiatore: oggi infatti è possibile abbinare l’apparecchio allo stile di arredamento della propria casa o luogo di lavoro, scegliendo la forma oppure il colore più adatto.

Condividi se l'articolo ti è piaciuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *