Mobilità sostenibile: bici elettrica o trasformare bici tradizionale?

bici-elettrica

Il mercato della mobilità sostenibile ha avuto una forte crescita negli ultimi anni e un picco negli ultimi mesi dovuti al periodo della pandemia e anche agli incentivi europei. Negli ultimi mesi si stanno moltiplicando gli incentivi statali e comunali, che recependo le direttive europee, favoriscono l’acquisto di bici elettriche per premiare ed incentivare la mobilità sostenibile.

Il bonus importante, ma non essenziale

Questa spinta economica dei bonus aiuterà un settore che sta dimostrando comunque grande capacità di innovazione. I nuovi modelli di bici elettrica infatti dispongono di cambio automatico adattivo, assistenza per limitare la fatica della pedalata, fino all’antifurto elettronico. Di questo passo anche i più scettici dovranno farsene una ragione e passare alla mobilità elettrica.

e-bike

Di pari passo con l’acquisto delle bici elettriche un altro trend in crescita è rappresentato dalla conversione delle bici tradizionali in bici elettriche, in questo caso si potrà mantenere la propria bici di sempre e montare in totale autonomia, online esistono tantissime guide che spiegano come fare in maniera rapida e semplice e sicuramente spenderete meno rispetto all’acquisto di una bici elettrica nuova.

Se non siete pratici nel montaggio ma siete comunque affezionati alla vostra bici e volete trasformarla vi consigliamo di chiedere aiuto a un amico più esperto o richiedere un preventivo ad un bike shop della vostra zona.  Potete farvi un’idea dei migliori kit in commercio su www.kit-bicielettrica.it . I kit per la bici elettrica di solito comprendono oltre al motore un display LCD, una catena, una maniglia a farfalla con leva del freno, bulloni e cavi. Alcuni modelli comprendono anche la ruota posteriore.

Pagamento del bonus e-bike: tanti aspettano ancora

Non tutti però hanno potuto godere di questi bonus, alcuni non sono riusciti a rientrare e altri stanno ancora aspetto il rimborso che il Ministero dell’Ambiente promette di effettuare a breve termine. Ovviamente siamo fiduciosi che tutti possano avere quanto dovuto, ma se avete fretta come anticipato in precedenza potete optare per la conversione della vostra bicicletta tradizionale. I prezzi dei kit di conversione vanno da un minimo di 190/200 euro a un massimo di 900/1.000 euro. L’offerta è comunque molto ampia ed  è possibile trovare diverse soluzioni per tutte le tasche.

Manutenzione delle bici elettriche

Una volta acquistata la vostra bici elettrica, il vostro monopattino o dopo aver trasformato la vostra bici tradizionale in elettrica vi consigliamo di trovare un meccanico di fiducia che assicuri la manutenzione al vostro mezzo. Come ogni veicolo da trasporto, bici elettriche e monopattini sono soggetti ad usura.

I problemi più comuni e anche quelli più difficili da risolvere riguardano le componente elettroniche, la centralina e il display. Per questo tipo di problema consigliamo vivamente di recarsi presso un’officina specializzata. Per quanto riguarda le problematiche meccaniche invece basta un minimo di esperienza e manualità per risolversi facilmente seguendo

Se vi state chiedendo quali sono i problemi più comuni in cui il ciclista di e-bike può imbattersi ecco a voi la lista:

  • la bici elettrica non si accende o non si spegne
  • la bici elettrica non accelera la pedalata
  • la bicicletta elettrica va a strappi
  • la bicicletta elettrica non si carica oppure si scarica subito

Quasi tutti i problemi spesso sono dovuti ad un malfunzionamento della batteria, quindi la prima cosa da fare è controllare la tensione della batteria utilizzando un comune voltometro. Se la batteria funziona correttamente ma non viene caricata il problema potrebbe riferirsi al caricabatterie. In questo caso basta collegarlo alla presa elettrica e verificare la corretta accensione delle spie elettriche. Se invece la bici si scarica velocemente la batteria è deteriorata e va sostituita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *