5 consigli per risparmiare energia, ridurre bollette e aiutare l’ambiente

risparmio-energetico

Come risparmiare energia e ridurre il costo delle bollette di casa? Ecco 5 consigli semplici ed efficaci per ottimizzare i consumi domestici e ridurre il nostro impatto ambientale nella vita di tutti i giorni

Come risparmiare energia in casa

Il costo della bolletta di luce e gas rappresenta una parte importante e spesso gravosa del bilancio familiare. Per questa ragione è bene prestare attenzione ai consumi di energia, adottando comportamenti consapevoli per impedire lo spreco inutile di energia: in questo modo sarà possibile da un lato aiutare l’ambiente e dall’altro diminuire le spese delle bollette. Ogni individuo infatti è in grado nel suo piccolo di limitare le emissioni di C02 nell’atmosfera, adottando abitudini per ottimizzare il consumo energetico.

Per raggiungere questo risultato ci sono molte soluzioni che possono essere messe in atto: ecco quindi 5 consigli pratici da adottare in casa ogni giorno per risparmiare energia e diminuire l’importo delle bollette, fornendo allo stesso tempo un prezioso aiuto al pianeta.

1 Scegliere elettrodomestici efficienti e lampadine a basso consumo

Oltre il 30% del costo della bolletta è imputabile all’utilizzo degli elettrodomestici: per questo è necessario fare molta attenzione alla classe energetica e come li utilizziamo nell’ambiente domestico. Gli elettrodomestici di classe energetica alta (da A a A+++) sono sicuramente i i modelli da prediligere, in quanto permettono di ottimizzare notevolmente i consumi (poiché richiedono meno energia per il loro funzionamento) abbassando il costo della bolletta. Anche dotarsi di lampadine al LED e lampade fluorescenti è un ottimo modo per risparmiare sulla bolletta della luce, perché permettono di diminuire notevolmente il consumo di energia.

2 Utilizzo di elettrodomestici e illuminazione

Oltre alla scelta del giusto modello di elettrodomestico occorre prestare attenzione anche alle sue modalità di utilizzo. Per risparmiare energia è sufficiente adottare piccoli trucchi come far partire la lavatrice o lavastoviglie solo quando sono a pieno carico, preferire un ciclo eco, impostare una temperatura dell’acqua più fredda (30°-40°) e attivarli durante le ore serali e nei weekend (se si appartiene al regime biorario). Allo stesso modo anche spegnere sempre le luci e le ciabatte inutilizzate e non lasciare mai dispositivi elettronici in stand by sono piccoli accorgimenti che permettono di evitare inutili sprechi di energia.

3 Attenzione alla temperatura interna

La bolletta del riscaldamento può pesare spesso sulle finanze familiari ma ci sono alcune semplici soluzioni per ridurre il costo della bolletta. Mantenere una temperatura interna più bassa, intorno ai 18°- 19°, avere un isolamento termico efficace, bloccare gli spifferi e non coprire mai il calorifero sono accorgimenti pratici che permettono di evitare gli sprechi di energia e contribuiscono ad aiutare il pianeta.

4 Scegliere una tariffa luce e gas più conveniente

Per ridurre il costo delle bollette un’altra soluzione pratica è quella di cambiare fornitore di energia, prediligendo una tariffa luce e gas più conveniente e adatta alle nostre esigenze di consumo. Analizzando la classifica fornitori di energia elettrica e comparando le diverse tariffe saremo in grado di individuare l’offerta luce e gas più conveniente. Per aiutare ulteriormente l’ambiente possiamo sottoscrivere una tariffa green per ridurre l’utilizzo di combustibili fossili, sfruttando invece le fonti rinnovabili.

5 Risparmiare con i pannelli solari

Una soluzione definitiva per ridurre la spesa della bolletta è quella di installare un impianto fotovoltaico. I pannelli solari infatti sfruttano le radiazioni solari che, tramite un dispositivo detto inverter, verranno trasformate in corrente alternata, pronta per essere utilizzata all’interno del nostro ambito domestico. Un impianto fotovoltaico consente di ridurre i costi di acqua calda e riscaldamento fino all’80% e rappresenta una scelta sostenibile per noi e per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *